San Potito Sannitico

San Potito Sannitico conta circa 2.000 abitanti, ed è un piccolo centro distante circa 3 chilometri da Piedimonte Matese a vocazione turistica, con una buona ricettività e molti eventi culturali e sportivi.

Il nome deriva da San Potito, santo del II secolo le cui reliquie, scoperte a Tricarico, vennero portate a Benevento dove si irradiò il culto. Il territorio comunale è stato abitato sin dall’antichità come testimoniano molti ritrovamenti archeologici. In località Torelle si trovano i resti di una grande villa romana con le annesse terme.

Nel XV secolo era denominato Casale SanctiPotiti e dipendeva amministrativamente da Piedimonte d’Alife. Nel 1615 ottenne una prima e parziale autonomia e nel 1749 venne costituito in comune autonomo.

Il centro storico è caratterizzato da diversi palazzi sette-ottocenteschi, tra cui spicca il bel palazzo Filangieri-Sanillo del XVIII secolo. Sotto il palazzo vi sono i resti di un acquedotto romano che dalla località Forma alimentava la grande villa romana e le terme. L’acquedotto è percorribile per un tratto ed è stato interrotto a valle dalla viabilità moderna.

San Potito è sede del Parco Nazionale del Matese.