San Lorenzello

Il comune di San Lorenzello condivide con la vicina Cerreto, da oltre tre secoli, l’arte della ceramica e sono ancora attive alcune rinomate botteghe artigiane. Secondo diverse tesi San Lorenzello fu fondata da alcuni profughi scampati alla distruzione saracena di Telesia nel IX secolo. Il paese è citato per la prima volta nel 1151 quando Guglielmo I° Sanframondo dichiarò di possedere diversi feudi fra i quali quelli di Cerreto con i casali di San Lorenzello e Civitella Licinio. Nel 1483 divenne feudo dei Carafa sino all’abolizione del feudalesimo, avvenuta nel 1806.

Il terremoto del 5 giugno 1688 distrusse il paese; morirono circa 600 persone su un totale di 1000 abitanti.

Tra i monumenti si annoverano la chiesa della Congregazione della sanità, ricca di pregevoli opere d’arte in ceramica di Cerreto e San Lorenzello, tra le quali spicca un timpano in maiolica realizzato da Antonio Giustiniani.

Lungo la via Regia, sulle sponde del torrente Titerno, si trova il Parco di San Sebastiano che da diversi anni ospita la “Città dei dinosauri”, un parco didattico con un’estensione di oltre un ettaro. All’interno del Parco si possono ammirare quindici riproduzioni di dinosauri in vetroresina in scala 1:1. Il Parco è dotato di una sala multimediale e di un’ampia area immersa nel verde.