Faicchio

Faicchio è situato alla falde meridionali del monte Monaco, sulla destra orografica del torrente Titerno. Del suo passato medievale conserva il castello ducale (XV secolo, rimaneggiato nel ‘600) che affaccia sulla piazza principale con quattro torri cilindriche ed è sovente utilizzato per eventi. A circa 1 chilometro a est del paese, l’alveo del torrente Titerno è superato da un ponte romano (III secolo a.C.), detto di Fabio Massimo, ben conservato. In località Fontanavecchia si trovano i resti di un acquedotto ipogeo di epoca romana, percorribile per un lungo tratto e ancora utilizzato dagli abitanti di Faicchio sino a metà del secolo scorso.

Sulle balze del monte Monaco vi è l’eremo francescano del SS. Salvatore, meglio noto come convento di S. Pasquale, edificato nell’XI secolo sul sito di una preesistente fortificazione megalitica. Sul retro dell’abside della chiesa, passando per la sagrestia, sono visibili scampoli di affreschi. Il convento conserva le celle dei monaci, che affacciano su un sobrio e tranquillo chiostro. Notevole la biblioteca lignea, che conta quattromila volumi e alcuni manoscritti del XII secolo. Il complesso fu eretto a completamento dell’eremo di S. Michele di Faicchio, posto tra le rupi scoscese della montagna, e di cui si conservano ancora notevoli affreschi.